Home » Newsletter

Newsletter

Newsletter n. 4

Newsletter del 20/05/2014
Questa è la Newsletter del progetto IONIO.
IONIO (IONian Integrated Marine Observatory) è un progetto finanziato con fondi europei del Programma Operativo di Cooperazione Territoriale “Grecia-Italia” (2007-2013). Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un osservatorio integrato per la produzione e diffusione di dati di interesse ambientale nell’area del Sud Adriadico e dello Ionio Settentrionale (SANI).
Per ulteriori dettagli sul progetto IONIO, si prega di visitare il sito www.ionioproject.eu. Nel portale sono disponibili informazioni sugli obiettivi e i contenuti del progetto, insieme a sezioni specifiche dedicate ai prodotti e servizi offerti da IONIO e pensati per gli utenti finali dell’osservatorio.

Rilasciate le prime due boe Argo del sistema osservativo di IONIO

La prima boa Argo (boa di deriva) del sistema osservativo di IONIO è stata rilasciata in mare il 28 novembre 2013, a nord-ovest di Corfù, in prossimità dell’isola Othoni. La posizione iniziale di rilascio (latitudine: 39,827°N, longitudine: 19,232°E) era vicina all’imbocco del mare Adriatico. La seconda boa di deriva del sistema osservativo di IONIO è stata invece rilasciata il 14 maggio 2014, a ovest dell’isola di Kefallinia (posizione iniziale di rilascio: latitudine: 38.144°N, longitudine: 20.239°E). Entrambe le missioni Argo all’interno di IONIO sono state pianificate in modo da seguire gli standard MedArgo: la profondità di parcheggio è fissata a 350 metri, i profili sono rilevati fino a 1000 metri, mentre l’intervallo di trasmissione è fissato a 5 giorni. Tutti i dati della missioni saranno disponibili in tempo reale sul portale di IONIO.

Il sistema di previsione IFS è adesso disponibile sul sito di IONIO

Nella pagina dei prodotti di IONIO, è ora possibile accedere al link diretto al Sistema di Previsione IFS (Adriatic Forecasting System). Basato sui modelli POM e WAM per previsioni idrodinamiche e di onda, IFS è stato implementato presso l’Hellenic Centre for Marine Research (HCMR), in Grecia. La catena operativa di IFS produce giornalmente previsioni per Adriatico meridionale e Ionio settentrionale e centrale, per le seguenti variabili: temperatura, salinità, correnti, altezza del livello del mare e altezza significativa delle onde.

IONIO sul portale e-Navigation

La e-navigation è un concetto globale sviluppato dall’International Maritime Organization (IMO). Essa è definita come la raccolta armonizzata, l’integrazione, lo scambio, la presentazione e l’analisi di informazione marittima a bordo e a terra per mezzo elettronico, al fine di migliorare la navigazione e i servizi connessi alla sicurezza in mare e alla protezione dell’ambiente marino (per ulteriori informazioni sulla e-navigation clicca qui). Il progetto IONIO include un sistema di supporto alle decisioni in fatto di rotte navali e sicurezza (SRS-DSS) finalizzato a trovare rotte sicure ed efficienti, utilizzando prodotti dell’oceanografia operativa. Pertanto questo DSS ricade negli ambiti della e-navigation e come tale è stato recentente recensito dal portale specializzato e-Navigation. Il portale e-Navigation è gestito dalla IALA (International Association of Lighthouse Authorities) e ha lo scopo di connettere attività di ricerca accademica e industriale in tema di e-navigation, nonché fornire informazioni su implementazioni prototipiche. Oltre a IONIO, sul portale sono al momento recensiti anche i progetti: ACCSEAS, EfficienSea, MONALISA e ARIADNA.

Prossimi appuntamenti in agenda: conferenze, workshop e meeting

Conferenza “Safer Transport in the Mediterranean Sea”: La conferenza, organizzata nell'ambito del progetto IONIO, si svolgerà a Lecce il 27-28 maggio 2014.
L'evento si inserisce fra le iniziative dello “European Maritime Day”, che vedrà riuniti ricercatori internazionali, decisori politici e professionisti dei servizi operativi per la sicurezza marittima.
Gli obiettivi della conferenza comprendono:
  • l'analisi dello stato di implementazione dei servizi operativi in supporto della sicurezza marittima (inclusi sea situational awareness, ship routing, operazioni di ricerca e soccorso in mare, e sversamento di inquinanti in mare);
  • la valutazione del gradimento dei servizi esistenti da parte degli utenti e
  •  l'identificazione di bisogni ed esigenze per la realizzazione di futuri servizi, con l'elaborazione di un documento su navigazione e sicurezza nel mar Mediterraneo.
L'evento si aprirà con il benvenuto iniziale e le presentazioni delle autorità locali e internazionali insieme ai decisori politici. Seguiranno le presentazioni orali e i dibattiti dei professionisti del settore, ricercatori e altri stakeholder, suddivisi nei 4 principali temi che riguardano la "cognizione dell'ambiente a mare" -sea situational awareness-, ship routing, operazioni di ricerca e soccorso in mare, e sversamento di inquinanti in mare. Le presentazioni saranno arricchite da discussioni in working group dove verranno raccolti i suggerimenti e le osservazioni di tutti i partecipanti, in particolare tutto ciò che riguarda gli sviluppi futuri dei servizi operativi per la sicurezza marittima.

VII conferenza EuroGOOS:
La VII conferenza EuroGOOS si terrà a Lisbona, dal 28 al 30 ottobre 2014. Ogni tre anni la conferenza EuroGOOS diventa un luogo per la discussione e il confronto tra scienziati e tecnici impegnati nello sviluppo di servizi di oceanografia operativa, utenti, e stakeholder, arrivando a coinvolgere anche il settore privato e i decisori politici. Priorità della prossima conferenza saranno:
  • Identificare nuovi servizi operativi e metodi di interazione con gli utenti, con un focus particolare sulla crescita economica sostenibile;
  • evidenziare le sfide per il monitoraggio e le previsioni dello stato biogeochimico di mari e oceani, facendo un elenco delle priorità per l’essenziale RTD (Ricerca e Sviluppo Tecnologico) richiesto, con un’enfasi particolare alle principali direttive (come la Direttiva Quadro sulla strategia per l’ambiente marino – MSFD, Marine Strategy Framework Directive) e alle loro implementazioni a livello regionale;
  • sviluppare nuove strategie e piani per iniziative chiave a livello europeo (come Copernicus Marine Service, EOOS-European Ocean Observing System), e i loro collegamenti a programmi globali come GOOS o GODAE.
Temi chiave:
  • Esigenze degli utenti finali e supporto della “Crescita Blu” (Meeting end-user needs and supporting Blue Growth);
  • Copernico: verso un centro europeo per il monitoraggio e le previsioni per mari e oceani (Copernicus: Towards a European Centre for Ocean Monitoring and Forecasting);
  • Previsioni e modelli per gli oceani: ampliando e migliorando la capacità di previsione (Ocean modelling and forecasting: extending and improving predictability);
  • Osservazioni in situ e remote: verso un sistema europeo di osservazione degli oceani, EOOS (In-situ and remote sensing observations: towards a European Ocean Observing System – EOOS).
Per ulteriori informazioni, scrivere a eurogoos@eurogoos.eu Maggiori informazioni sono disponibili qui.
Se non vuoi piu ricevere questa newsletter CLICCA QUI
Sto creando il PDF

Newsletter 3

Newsletter of 02/10/2013
Questa è la Newsletter del progetto IONIO.
IONIO (IONian Integrated Marine Observatory) è un progetto finanziato con fondi europei del Programma Operativo di Cooperazione Territoriale “Grecia-Italia” (2007-2013). Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un osservatorio integrato per la produzione e diffusione di dati di interesse ambientale nell’area del Sud Adriadico e dello Ionio Settentrionale (SANI).
Per ulteriori dettagli sul progetto IONIO, si prega di visitare il sito www.ionioproject.eu. Nel portale sono disponibili informazioni sugli obiettivi e i contenuti del progetto, insieme a sezioni specifiche dedicate ai prodotti e servizi offerti da IONIO e pensati per gli utenti finali dell’osservatorio.

Il sistema di previsione AFS è adesso disponibile sul sito di IONIO

Nella pagina dei prodotti di IONIO, è ora possibile accedere al link diretto al Sistema di Previsione AFS (Adriatic Forecasting System). Basato sul modello POM, AFS è stato implementato a Bologna presso l’INGV dal 2003. Recentemente sono stati effettuati il porting e la validazione della catena operativa di AFS presso le macchine del CMCC di Lecce, con ulteriori perfezionamenti al codice. La catena operativa di AFS produce giornalmente previsioni a 7 giorni per il bacino adriatico e sue sotto aree per le seguenti variabili: temperatura, salinità, correnti, altezza del livello del mare, flussi di calore alla superficie e stress del vento. Oltre alle mappe per le diverse variabili, è disponibile il profilo verticale di tutto il bacino adriatico per visualizzare le variazioni di temperatura e salinità nell’area di interesse.È possibile accedere e scaricare i dati di AFS gratuitamente da server ftp semplicemente scrivendo una e-mail al seguente indirizzo: ocean-lab@cmcc.it In questo modo le persone riceveranno un account personale (nome utente e password) per accedere ai dati.

I dati osservativi del progetto IONIO

Nell'ambito del progetto IONIO è stato sviluppato un sistema di gestione dell'informazione e della conoscenza. Esso si basa su tre pilastri:
  • La conoscenza dei dati, di chi li ha raccolti e il contesto (progetti, insiemi di dati) all'interno del quale sono stati raccolti, informazioni che potrebbero aiutare a valutare meglio il loro uso;
  • La garanzia sull'uso di protocolli e procedure per il controllo di qualità;
  • L'accesso alle pubblicazioni che contribuisce alla costruzione della conoscenza.
Il primo pilastro è basato su directory, vocabolari e indici sviluppati principalmente nell'ambito del progetto europeo SeaDataNet. Il secondo pilastro si basa invece sui dati acquisiti attraverso l'uso ottimale di strumentazione e sensori. I loro principi di funzionamento devono essere conosciuti, così come il livello di accuratezza per ciascun parametro. Taratura e controllo elettronico durante l'acquisizione dei dati dovrebbero essere parte integrante delle migliori pratiche. Al momento si sta lavorando anche allo sviluppo di procedure standard per descrivere i sensori e i processi di misurazione. Il terzo pilastro è stato sviluppato per descrivere ciò a cui una comunità di studenti e utenti deve poter accedere al fine di creare conoscenza. La "gestione della conoscenza" risponde alla necessità di dare alle persone gli strumenti per essere protagonisti nella società della conoscenza, in un mondo in cui conoscenza e innovazione sono pervasivi. In IONIO la costruzione della conoscenza è favorita dal fornire l'accesso alle pubblicazioni e da un forum di discussione. Nella pagina web dedicata ai prodotti di IONIO ci sono due nuovi link di lavoro attivi:
  • Dati osservativi /IONIO In Situ Portal: per l'accesso a vocabolari, dati in modalità ritardata, protocolli, pubblicazioni in modo da consentire una consultazione completa dei dati;
  • Accesso ai dati: collegamento diretto alla banca dati IONIO Insitu, che dà l'accesso alle osservazioni da boe e navi di opportunità.
La mappa nel quadro a destra utilizza un'interfaccia google map, con tutti i servizi 'Google'. È possibile selezionare diversi parametri, intervalli temporali e spaziali, il tipo di dati in base agli strumenti, la tipologia, come per esempio profili verticali o serie temporali, crociere. Per visualizzare i dati si hanno due opzioni:
  •   "Number" per visualizzare solo le tabelle, con i dati per ogni mese e anno;
  • "Summary" per visualizzare i dati anche in una mappa di Google.
Inoltre, nel riquadro di sinistra è possibile selezionare, interrogare e visualizzare dati e metadati per le diverse stazioni

Le previsioni operative di idrodinamica e di onda di HCMR per l’area SANI sono adesso disponibili

Le previsioni operative di idrodinamica e di onda, per il mare Adriatico Meridionale e lo Ionio Settentrionale (area SANI) di HCMR (Hellenic Centre for Marine Research), rilasciate ogni ora, sono adesso disponibili al seguente link: http://poseidonlas.ath.hcmr.gr:8080/thredds/catalog/IONIO/catalog.html Le nuove previsioni saranno disponibili ogni giorno fino alle 10:00 (ora greca, 9:00 ora italiana). I file sono stati nominati secondo le specifiche di MyOcean. A breve sarà disponibile anche la visualizzazione grafica dei dati (come per il sistema di previsione AFS).

Nuove pubblicazioni

Il team di IONIO è lieto di comunicare la pubblicazione di due nuovi articoli:

Prossimi appuntamenti in agenda: conferenze, workshop e meeting

Eventi passati

  • GNOO: Terzo Convegno Nazionale ad Oristano Il Gruppo Nazionale di Oceanografia Operativa (GNOO) si è dato appuntamento a Oristano dal 3 al 5 giugno scorsi in occasione del terzo meeting nazionale del gruppo, incentrato su "Oceanografia operativa, tecnologie e applicazioni numeriche".
  • IONIO su International Innovation Al progetto IONIO è dedicato un articolo del numero di giugno di International Innovation. L’articolo comprende una presentazione del progetto e un approfondimento sul concetto di osservatorio marino integrato. Insieme a dettagli sull’approccio scientifico e sull’architettura generale del progetto e dei prodotti sviluppati, il servizio include un’intervista a Paolo Oddo, principal investigator e coordinatore di IONIO. Al seguente link è possibile scaricare la versione pdf dell’articolo: IONIO_Brochure_International Innovation.
  • Il Progetto RITMARE per il risanamento del Mar Piccolo di Taranto Il 23 Aprile, nell’ambito del progetto bandiera “RITMARE” avviato dal CNR, si è svolto a Taranto il Convegno di studi dal titolo: “Il progetto Ritmare per il risanamento del Mar Piccolo di Taranto”. In quell'occasione sono state presentate le attività delle diverse Unità Operative del Progetto, incentrate sul Sito di Interesse Nazionale di Taranto e, in particolare, sul Mar Piccolo. Tra queste, le iniziative per il risanamento ambientale del sito.
If you do not want to receive this newsletter CLICK HERE
Sto creando il PDF

Newsletter 2

Newsletter of 21/03/2013
Questa è la Newsletter del progetto IONIO.
IONIO (IONian Integrated Marine Observatory) è un progetto finanziato con fondi europei del Programma Operativo di Cooperazione Territoriale “Grecia-Italia” (2007-2013). Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un osservatorio integrato per la produzione e diffusione di dati di interesse ambientale nell’area del Sud Adriadico e dello Ionio Settentrionale (SANI).
Per ulteriori dettagli sul progetto IONIO, si prega di visitare il sito www.ionioproject.eu. Nel portale sono disponibili informazioni sugli obiettivi e i contenuti del progetto, insieme a sezioni specifiche dedicate ai prodotti e servizi offerti da IONIO e pensati per gli utenti finali dell’osservatorio.

IONIO, passi avanti dopo il primo incontro annuale di progetto e la prima consultazione con gli Stakeholder

I partner di IONIO si sono recentemente incontrati a Corfù per discutere lo stato di avanzamento del progetto e i passi in avanti compiuti sia a livello scientifico che gestionale. Si è trattato del primo incontro annuale, per valutare il lavoro svolto finora dai partner ed individuare le strategie e le azioni comuni per sviluppare ulteriormente i diversi pacchetti di lavoro in cui si articola il progetto. In questa occasione, i partner di IONIO hanno deciso di ospitare anche la prima riunione di consultazione con gli Stakeholder. Si è trattato di un importante momento di confronto con alcuni rappresentanti degli utilizzatori finali dei prodotti e dei servizi di IONIO, per focalizzare le loro esigenze in modo funzionale allo sviluppo operativo di sistemi di supporto alle decisioni.

Il primo annual meeting di IONIO

Il primo meeting annuale di IONIO si è svolto a Corfù il 31 gennaio 2013 e il 1 ° febbraio 2013. Nella suggestiva cornice dell'isola greca, i partner hanno discusso dei progressi che sono stati compiuti dopo la fase di avvio del progetto, analizzando nel dettaglio ogni pacchetto di lavoro. Il progetto ha lo scopo di adattare prodotti e servizi già esistenti a livello macro regionale ad una scala più ridotta e definita, con una maggiore risoluzione che permetta lo sviluppo di applicazioni costiere nell'area dell’Adriatico meridionale e dello Ionio settentrionale (SANI). Il progetto fornirà un osservatorio integrato per l'area SANI ed un sistema di previsione su modelli, così come servizi e prodotti per gli utenti: un servizio di consultazione dati basato sul web (portale web-gis) e tre sistemi di supporto alle decisioni (DSS). Il sistema osservativo è una parte molto importante del progetto per la fornitura di informazioni e dati. Le osservazioni sono rilevate attraverso le navi di opportunità (gestite da ENEA), il sistema di monitoraggio del Ferry Box - che permette la raccolta di diversi parametri ambientali dalla superficie del mare – le boe e i galleggianti Argo (gestiti da HCMR). I dati, raccolti attraverso questi diversi strumenti, verranno visualizzati nel portale web-gis IONIO, un’interfaccia web di facile consultazione, che renderà le osservazioni disponibili agli utenti finali dei servizi di IONIO. I modelli, insieme alle osservazioni, sono la componente fondamentale del progetto IONIO. Il quarto pacchetto di lavoro del progetto è interamente dedicato allo sviluppo dei modelli. Nel corso della riunione sono stati presentati i modelli utilizzati in IONIO, in particolare: SANI-I, SANI-II, il modello di onde e il modello costiero per il golfo di Taranto, con riferimento anche alle loro interazioni con AFS e MFS (sistemi di previsione dell’Adriatico e del Mediterraneo). HCMR, partner responsabile dello sviluppo della modellistica, ha segnalato un notevole avanzamento nella fase di test pre-operativa. La combinazione di diversi modelli è necessaria al fine di sviluppare al meglio le diverse applicazioni all'interno del progetto e i relativi sistemi di supporto alle decisioni. Le osservazioni ed i modelli sono la base per lo sviluppo dei servizi offerti dal progetto IONIO. In occasione della riunione, sono stati presentati i tre sistemi di supporto alle decisioni, con dettagli sullo stato di attuazione della fase di sviluppo. Il DSS Navigazione e Sicurezza è progettato per fornire il percorso ottimale considerando le indicazioni in materia di sicurezza poste dalle organizzazioni internazionali, ma allo stesso tempo tenendo conto di diversi parametri ambientali, come l'altezza delle onde, i venti e le correnti. Il DSS Ricerca e Salvataggio si basa sul modello Leeway, accoppiato con altri tre modelli, per consentire di acquisire informazioni sulle correnti, le onde, le condizioni atmosferiche e le traiettorie di oggetti sulla superficie del mare sotto l'influenza del vento e delle correnti superficiali. Il DSS sulle Mappe di Inquinamento Ambientale si concentra sulla modellazione di oil spill, considerato che questo è il tipo più comune di rischio ambientale. Al momento il DSS si basa sul modello di oil spill MEDSLIK II. I prossimi sviluppi comprendono la raccolta di dati sul percorso delle navi, la raccolta di dati sulla quantità di inquinanti scaricati in mare o trasportati lungo le rotte delle navi, simulazioni di dispersione di inquinanti in base alle richieste avanzate degli Stakeholder e la produzione di mappe di pericolosità sulla base dello studio delle correnti attraverso il modello SANI.

La prima consultazione con gli Stakeholder italiani e greci

Nell'ambito del meeting annuale di IONIO, si è tenuta anche la prima consultazione con gli Stakeholder italiani e greci, rappresentanti dei potenziali utenti finali dei servizi di IONIO, sia del settore pubblico che del settore privato. Le 19 persone coinvolte sono parte di diverse realtà, tutte strettamente legate all’ambiente marino, come la Guardia Costiera, il Ministero della Marina, le Autorità Portuali, ma anche Agenzie Ambientali, Parchi Marini, compagnie di navigazione e circoli velici. Dopo una breve introduzione al progetto, gli Stakeholder hanno fatto una descrizione delle attività che svolgono in relazione allo sviluppo dei prodotti e dei servizi di IONIO, cercando di identificare le aree di possibile collaborazione. Sono seguite una presentazione dettagliata dei sistemi di supporto alle decisioni di IONIO e una discussione con le parti interessate sullo sviluppo di tali servizi in linea con le loro esigenze specifiche. Gli Stakeholder hanno poi compilato i questionari sui servizi di IONIO, fornendo riscontro specifico su ciascuno dei prodotti. In questo modo, il team scientifico del progetto sarà in grado di adattare e sviluppare i servizi di IONIO in linea con le osservazioni fornite dagli interlocutori coinvolti. L'incontro è stato una prima, importante occasione per la creazione di un dialogo positivo e costruttivo, che continuerà per migliorare la qualità e la concretezza del progetto.

If you do not want to receive this newsletter CLICK HERE
Sto creando il PDF

Newsletter 1

Newsletter del 22/10/2012
Questa è la Newsletter del progetto IONIO.
IONIO (IONian Integrated Marine Observatory) è un progetto finanziato con fondi europei del Programma Operativo di Cooperazione Territoriale “Grecia-Italia” (2007-2013). Il progetto è finalizzato alla realizzazione di un osservatorio integrato per la produzione e diffusione di dati di interesse ambientale nell’area del Sud Adriadico e dello Ionio Settentrionale (SANI).
Per ulteriori dettagli sul progetto IONIO, si prega di visitare il sito www.ionioproject.eu.
Nel portale sono disponibili informazioni sugli obiettivi e i contenuti del progetto, insieme a sezioni specifiche dedicate ai prodotti e servizi offerti da IONIO e pensati per gli utenti finali dell’osservatorio.

Novità dal team scientifico di IONIO

Il team scientifico di IONIO sta sviluppando, in fase di prototipizzazione, l'algoritmo per il Sistema a Supporto delle Decisioni “Ship Routing and Safety”, uno dei prodotti principali del progetto. L'obiettivo dello strumento è quello di consigliare la rotta di navigazione più sicura e più breve tra due punti all’interno dell’area SANI. Grazie al sistema che verrà sviluppato, sarà possibile evitare alcuni dei più gravi rischi di navigazione in acque agitate, come il fenomeno del “parametric ship rolling".

Sea Conditions, previsioni meteo-marine per il Mediterraneo

Sea Conditions” è il primo prodotto del  ProgettoTESSA, pensato per fornire le previsioni meteo-marine per l'area mediterranea. L'obiettivo generale del progetto TESSA è quello di migliorare e consolidare i prodotti e i servizi di oceanografia operativa nel Sud Italia e di integrarli con piattaforme tecnologiche di diffusione delle informazioni.Sea Conditions è un servizio gratuito di previsioni marine per il Mediterraneo. Si basa su modelli numerici accoppiati con dati satellitari e dati in situ(navi di opportunità, boe). Il servizio mette a disposizione previsioni a tre giorni con sezioni temporali specifiche (ogni 6 ore).Sea Conditions permette la consultazione delle previsioni sia marine che atmosferiche.Per ulteriori informazioni e previsioni in tempo reale visitate il sito di Sea Conditions.

A breve IONIO sarà presentato ad utenti regionali competenti per verifica e miglioramento del progetto

L'impostazione generale ed i primi risultati del progetto IONIO saranno presentati a breve  ad un gruppo di attori regionali, sia Italiani che Greci, che potranno conoscere il quadro complessivo e gli specifici obiettivi del progetto e fornire un feedback utile e qualificato al fine di testarlo e migliorarlo.Il Comitato consultivo delle parti interessate sarà composto da rappresentanti della comunità pubblica e privata degli utenti finali dei due paesi come le Autorità Portuali, le Guardie Costiere, le Agenzia di tutela ambientale e compagnie di navigazione. Tutti questi soggetti, vista la loro esperienza nel settore, contribuiranno a mettere a punto i prodotti ei servizi forniti da IONIO.

“MyOcean Science Day”, il secondo incontro della comunità marina

La seconda edizione di “MyOcean Science Days” si terrà dal 19 al 21 Novembre 2012 a Geesthacht vicino ad Amburgo, in Germania, nei locali della HZG (Helmholtz-Zentrum Geesthacht ). “MyOcean Science Days” (MSD) accoglie con favore l'intera comunità scientifica interessata in attività R&D nei sistemi di osservazione e previsione. MSD 2012 fornirà un forum di discussione su argomenti scientifici e operativi. Ha anche lo scopo di creare collegamenti efficienti tra scienziati e rafforzare la comunità marina. La discussione sarà focalizzata principalmente sulle questioni relative ai dati, la modellazione, l'assimilazione, la validazione e anche allo sviluppo di applicazioni per gli utenti.Per ulteriori informazioni e dettagli sull'evento si prega di visitare “MyOcean”.

A dicembre 2012 il primo incontro annuale IONIO

Il primo incontro annuale tra i partner del progetto IONIO si terrà a dicembre 2012. Il Centro Ellenico per la Ricerca Marina (HCMR) ospiterà l'evento, occupandosi della logistica e della diffusione dei risultati ai partner. ENEA sosterrà l'evento con la distribuzione di documenti attraverso la comunicazione web.

Il progetto IONIO ha preso il via a Lecce

L'incontro di avvio del progetto IONIO si é tenuto a Lecce (24-25 gennaio 2012) presso il quartier generale del CMCC.Una migliore gestione delle emergenze, una base di dati aggiornata per il trasporto marittimo sostenibile, informazioni in tempo reale per navigazione e sicurezza: questo è il progetto IONIO (IONian Integrated marine Observatory), una iniziativa Europea finalizzata alla progettazione e implementazione di strumenti per fornire informazioni ambientali sul mare Adriatico Meridionale e Ionio Settentrionale (area SANI) per supportare un traffico marittimo più sicuro e la riduzione dei rischi di inquinamento.Finanziato dal Programma di Cooperazione Trasfrontaliera  Grecia-Italia 2007-2013, IONIO coinvolge ricercatori appartenenti a tre differenti istituti (CMCC – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, ENEA e HCMR – Centro Ellenico per la Ricerca Marina) che lavoreranno insieme al fine sviluappare analisi a strumenti per migliorare sicurezza e sostenibilità nell'area SANI.
Se non vuoi piu ricevere questa newsletter CLICCA QUI
Sto creando il PDF